Eastern Consulting | Perché Romania | Aprire Società in Romania | Consulenza Aziendale
I motivi per aprire società in Romania sono molti: dagli incentivi fiscali ai fondi UE, dal basso costo del lavoro alla situazione economica favorevole: rivolgiti ad Eastern Consulting per ottenere una consulenza aziendale.
15851
page-template-default,page,page-id-15851,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-16.0.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

Perchè Romania

Posizione geografica strategica

Situata al crocevia tra l’UE, i Balcani e paesi della CSI (Repubbliche ex-sovietiche), la Romania vede la congiunzione di tre corridoi di trasporto paneuropei importanti: il corridoio di collegamento tra Europa occidentale e orientale, il corridoio di collegamento del Nord e l’Europa meridionale e non ultimo il Danubio, facilitando il trasporto delle acque interne e che collega il porto rumeno di Costanza (il più grande porto sul Mar Nero) al Nord Europa, attraverso il fiume Reno.

Il secondo più grande mercato di consumo in Europa

La Romania, come d’altronde tutti i paesi ex comunisti, è stata invasa dal cosiddetto commercio moderno. In effetti, dopo la Polonia, la Romania – con i suoi 22 milioni di consumatori – costituisce il secondo più grande mercato dell’Europa Centrale e dell’Est.

Ampia forza lavoro qualificata

Il Paese offre manodopera qualificata, con una solida conoscenza delle lingue straniere, tecnologia, informatica e ingegneria a prezzi competitivi. Al momento il Paese cerca di risolvere il problema della migrazione di lavoratori istruiti che si trasferiscono in altre nazioni in cerca di guadagni più elevati. La Romania ha anche fissato gli obiettivi strategici per il periodo 2014-2020, per migliorare l’ istruzione della popolazione, ridurre al minimo la disoccupazione, aumentare il numero di specialisti altamente qualificati, migliorare la produttività e la competitività del Paese. L’inglese è ampiamente parlato.

Forte ripresa economica

Il PIL 2015 si è attestato intorno al 3,8%, tra i migliori in Europa, basso livello di disoccupazione (5,4% circa nel 2015), aumento delle esportazioni (oltre 56 milioni di euro con un incremento del 7% circa rispetto all’anno precedente), sono tutti segnali del fatto che la Romania mostra sviluppo positivo dopo la recessione degli ultimi anni. Dopo aver ricevuto il pacchetto di prestiti multilaterali, la Romania ha iniziato ad attuare un programma di aggiustamento che comprende riforme strutturali per ripristinare la stabilità dei mercati finanziari e garantire la sostenibilità a lungo termine delle finanze pubbliche. La Romania partecipa anche a numerosi altri programmi, con l’obiettivo di sostenere gli investimenti esteri, gli investimenti in R & S, attuare le riforme sociali e di aumentare la competitività economica.

Unione Europea

La Romania far parte dell’Unione Europea ed è anche un membro della NATO.

Pratiche commerciali UE standard e regolamentate

In qualità di  membro dell’Unione Europea, la Romania adotta pratiche commerciali UE standard e regolamenti.

Agevolazioni fiscali

Il governo ha messo in atto agevolazioni fiscali e altri incentivi per incoraggiare gli investimenti in diversi settori dell’economia.

Distretti chiave

Bucarest (la capitale), Costanza, Galati, Iasi, Cluj-Napoca, Timisoara, Brasov, Craiova sono importanti distretti tra cui scegliere quando si investe.

Diversificazione dei settori d'investimento

La Romania ha molti settori dove si puo’ investire con successo: le infrastrutture (trasporti ed energia), il commercio, il real estate, l’industria, l’agricoltura e la pesca, l’istruzione e l’ambiente sono solo alcuni esempi.

Finanziamenti UE

Tutta la Romania e’ obiettivo 1 ed i finanziamenti a fondo perduto, a seconda dell’ubicazione degli investimenti, vanno dal 25% al 90%, a secondo del tipo di attività  (e della localizzazione).

Costo del lavoro

Basso costo del lavoro qualificato (300/600 euro/mese) e non qualificato (200-250 euro/mese).

Lingua

La lingua rumena è una lingua neo latina, quindi agevola, per la facile comprensione, gli scambi con l’Italia.

Imposizione fiscale

Aliquota unica, sia sul profitto delle imprese che sul reddito delle persone fisiche, pari  al 16%.

Presenza italiana

In Romania sono presenti circa 30 mila imprese italiane, dalle piu’ piccole alle piu’ grandi.

RICHIESTA INFORMAZIONI

    NOME

    TELEFONO

    EMAIL

    DESCRIZIONE

    [recaptcha]